Marzia Marangon, le sue linee perfette e il progetto QxQ

©Marzia Marangon - QxQ, Cit Turin

Chi vive a Torino spesso non conosce molti angoli affascinanti. Oggi si apre la nuova rubrica Cose belle da fotografare, per prendere spunti, ispirazioni e scoprire luoghi da fotografare.

Torino, il quartiere Cit Turin dalle linee decise e il progetto fotografico QxQ sviluppato dall’Associazione DistretTo Fotografico. Marzia Marangon ci racconta qualche curiosità sullo scatto realizzato nella zona del Tribunale.

A primo impatto una foto che regala un senso di ordine con il contesto. Raccontaci di più sullo scatto.

La foto è stata scattata nel complesso del grattacielo, sede di Banca Intesa San Paolo, proprio a ridosso dell’entrata.
Era il 7 ottobre, ore 18,30 con la mia Nikon 3200, 1/125 f.8 ISO 100.
marzia-marangon
©Marzia Marangon – QxQ, Cit Turin
Mi piace molto la fotografia di architettura e quella zona è davvero ricca di spunti. La zona del Tribunale, il palazzo di vetro e poi le linee degli edifici a ridosso dell’ingresso del grattacielo, forse meno apprezzate. Linee abbinate alle curve dei condotti…e che a me hanno ricordato le ciminiere delle navi.
Il luogo non è stato scelto casualmente: sto collaborando al progetto QxQ sviluppato dall’Associazione DistretTo Fotografico, sui Quartieri di Torino. 

Il progetto QxQ

QxQ: Quartiere per Quartiere. Il progetto racconta fotograficamente i 34 quartieri di Torino, mettendo in luce trasformazioni avvenute o ancora in atto, e facendo rivivere il quartiere stesso sotto un’altra luce, quella personale del fotografo.
I reportage diventano poi vere e proprie mostre fotografiche, organizzate a cadenza periodica, in cui il visitatore può conoscere angoli sconosciuti della città.
A Marzia e ad altri 3 aspiranti “fotografi” è stato assegnato proprio il quartiere Cit Turin, dove si trova il complesso ideato da Renzo Piano. 
marzia-marangon-cit-turin
©Marzia Marangon, Cit Turin
Marzia ha riscoperto la passione per la fotografia recentemente: si occupa di informazione digitale e social per un grande ente pubblico, ed é stata proprio la necessità di imparare a riconoscere la qualità delle foto per abbinarle in modo adeguato ai contenuti che l’hanno spinta a imparare a comunicare con le immagini.
Potete trovarla su Instagram come @ladysmart16.