Gli anni Settanta di Pietro Lombardi

Gli anni Settanta… non mi sarebbe dispiaciuto viverli. L’epoca delle ribellioni, dei cambiamenti, delle conquiste. Ho sempre vissuto un po’ a malincuore il fatto di non esserci stata. La fotografia però può sempre aiutarci ad essere presenti con il cuore, anche se non fisicamente.

La mostra fotografica di Pietro Lombardi, “Anni ’70 tra memoria e nostalgia”, riempirà l’Ecomuseo del Freidano di Settimo Torinese di bei ricordi per chi li ha vissuti, di testimonianze per chi come me ci sarebbe voluto essere.

Gli scatti sono cento, tutti in bianco e nero, selezionati tra 6.000 fotografie in cui bambini, anziani, sacerdoti, e più in generale il quotidiano italiano dell’epoca, sono il centro del lavoro di Lombardi.

Lombardi_1
©Pietro Lombardi
Foto_PietroLombardi3
©Pietro Lombardi
Foto_PietroLombardi2
©Pietro Lombardi

Non solo il quotidiano. A Lombardi non è sfuggito davvero nulla di quel tempo, neanche gli avvenimenti politici e religiosi più importanti. Fotografa infatti la prima visita a Torino di Papa Giovanni Paolo II, e l’incontro tra padre Michele Pellegrino e  don Luigi Ciotti, meglio conosciuto come il “prete di strada”.

Lombardi-Papa-a-Torino
©Pietro Lombardi
BMHZP5J84376-ksCC-U1040132566948615-700x394@LaStampa.it
©Pietro Lombardi

 

Perché andare a vedere la mostra

  • Pietro Lombardi uno di noi, è proprio il caso di dirlo. Operaio alla Fiat, frequenta un corso del centro culturale della società e diventa socio cinefotografico del Dopolavoro Ferroviario. Non si è lasciato intimorire dalle distanze, dalle impossibilità: voleva fotografare l’Italia, e l’ha fatto.
  • Le fotografie sono scattate con il cuore, e si vede dai soggetti scelti, sicuramente non a caso. Lo si nota dall’espressione della signora intenta a mettere via i soldi nel portafoglio, o lo sguardo furbetto e timido del bimbo che si stringe tra le braccia. Da qui possiamo partire e inventarci delle storie. Ed è meraviglioso quando ci viene data la possibilità di spaziare con la fantasia, non credete?

 

Quando: dal 3 al 25 marzo 2018

Dove: Ecomuseo del Freidano – via L. Ariosto 36/B, Settimo Torinese (Torino)

Orario: il sabato e la domenica dalle 15 alle 19

Ingresso: gratuito

Contatti: per maggiori info visita la pagina del museo